Scandalo Orsato, il Var non poteva intervenire sull’espulsione di Vecino”

La Rosea ha commentato l’espulsione di Vecino ad opera del direttore di Gara Orsato —

Pubblicato alle ore 23:15 — La Gazzetta dello Sport commenta così la decisione di Orsato di espellere Matias Vecino nel primo tempo di Inter-Juventus: “Al 18′ di Inter-Juventus, i nerazzurri sono rimasti in dieci per l’espulsione di Vecino. Decisione corretta in corsa con l’intervento della Var, dopo che l’arbitro Orsato aveva optato per il cartellino giallo nei confronti del centrocampista uruguaiano. Tutto nasce da un fallo di Vecino su Mandzukic: intervento molto duro, da cartellino “arancione”, ma che l’arbitro di Schio giudica da ammonizione. Poco dopo, però, Orsato viene invitato da Valeri e Giallatini (Var e Avar) a rivedere l’azione: l’arbitro ritorna sulla sua decisione ed espelle l’interista. Una decisione probabilmente eccessiva, ma soprattutto viziata da un errore di fondo: regolamento alla mano, la Var può intervenire su rigori, gol viziati da irregolarità, espulsioni dirette e scambi di persone sui cartellini, soltanto in caso di “chiaro errore”. Nel caso del fallo di Vecino, però, non sembra esserci un chiaro errore: entrata interpretabile”.

Gazzetta dello Sport

Please follow and like us:
0

Un pensiero riguardo “Scandalo Orsato, il Var non poteva intervenire sull’espulsione di Vecino”

  • sono un appasssionato di calcio, purtroppo anche in questo campo si usano misure di verese e malafede, sono disgustato dalla conduzione della gra del Sig Orsato nell’ultimo Inter/ Juve. mi pongo una domanda in ogni campo lavorativo chi sbaglia è oggetto di richiamo, perche? la classe arbitrale deve distinguersi negativamente da tutto cio’ ? perche’ chi li designa non va nelle trasmissioni sportive e risponderne senza mea e senza se. cosi’ si da cattivo esempio a tutti, soprattutto ai giovani, il potere forte condiziona purtroppo anche quello sport che prima si chiamava ” BEL CALCIO” il piu’ amato.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *