Nainggolan: “Presto sarò in piena forma. Voglio vincere con l’Inter. In Champions…”

Il centrocampista nerazzurro ha rilasciato un’intervista a Sky Sport —

Pubblicato alle ore 14:30  — E’ stato un colpo al cuore dover lasciare Roma, ma a Milano si sta ambientando, c’era Spalletti ad aspettarlo e quando è stato costretto a partire ha scelto l’Inter che lo seguiva da tempo. All’indomani dalla vittoria contro la Fiorentina, Radja Nainggolan ha parlato a Skysport. Ecco cosa ha detto il Ninja:

I tifosi dell’Inter che cosa hanno visto finora di te, che percentuale del tuo potenziale hanno visto?

Sto dando tutto me stesso. Devo migliorare fisicamente perché avendo saltato tutta la preparazione ci metterò di più, ma non sono preoccupato. E presto sarò in piena forma. 

Hai imparato subito a respirare la storia dell’Inter…

Penso che per come mi hanno accolto mi sono trovato subito a mio agio, sono contento di essere qui e spero di togliermi tante soddisfazioni. 

L’Inter vuole vincere, può essere l’anno giusto per ricominciare a farlo?

Quest’anno l’obiettivo è quello di migliorare lo scorso anno, siamo partiti male ma ora ci siamo messi in carreggiata e speriamo di continuare così e di toglierci qualche soddisfazione a fine anno. Il cammino è lungo, abbiamo vinto due gare importanti e bisogna continuare così. 

E tu che obiettivi hai?

Personalmente voglio vincere, questo è sicuro. Ho sempre dato tutto me stesso in campo e un trofeo non l’ho mai alzato. Non è mai troppo tardi, magari questo è il momento giusto. Ma voliamo basso perché sono abituato a parlare di cose che poi non sono successe quindi, meglio non dire nulla e speriamo bene. 

Inter come anti-Juventus è una defizione che potete caricarvi sulle spalle?

Sicuramente si legge, si sente, si aspetta tanto ma noi dobbiamo continuare così. Vincere a Genosa con la Samp è difficile, è stata una vittoria importante come quella con la Fiorentina, possiamo vincere gare difficili e dimostriamo di essere una squadra forte. Dipende da noi continuare e andare avanti. 

-L’inchino fatto a Bologna?

E’ nata lì al momento l’idea. Aveva un semplice significato, avevo saltato le prime due partite ed era per dire che ero arrivato anche io. E’ stato un gesto spontaneo. Sono contento del gol, ma conta la vittoria della squadra, è la cosa più importante. 

Che sensazioni hai sulla CL?

Ogni partita va giocata. Abbiamo vinto con il Tottenham in casa ma abbiamo altre cinque gare difficili. Sono gare secche, che ti fanno dare di più, bisogna vedere come va a finire. 

-Che Spalletti hai ritrovato? 

Mi sono trovato bene a Roma, abbiamo fatto risultati importanti come squadra e spero qua di togliermi delle soddisfazioni. Lui e la società mi hanno voluto, sono contento, non voglio più parlare di come come è andata con la Roma, sono contento di essere qua e di essere concentrato sull’Inter. Si, siamo rimasti insieme a dormire a Trigoria una volta, io mi dovevo fermare tre giorni, lui si è fermato solo un giorno. 

Il rapporto con Totti: è il più forte incontrato?

Aver giocato con uno come lui è stato uno dei momenti più belli della mia carriera. L’ho visto smettere, siamo ancora in contatto e spero che il libro me lo regali. 

Ti aspettavi un inizio così lento per la Roma?

Che posso dire? Faccio sempre il tifo per i miei ex compagni però ora è importante per me fare bene all’Inter. 

I tifosi vi seguono, cosa vuoi dire?

C’è tanto entusiasmo dopo la qualificazione in CL nell’ultima gara della scorsa stagione. Bello giocare con lo stadio pieno, noi ce la mettiamo tutta ad ogni partita e speriamo di ottenere risultati tutti insieme.

Sky Sport

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *