l’Inter passa da vittima a carnefice senza un perché. Serve una reazione del club

Inter, da vittima è passata a carnefice —

Pubblicato alle ore 11:00 — Il rigore di Vitor Hugo è netto, Asamoah giustamente non andava espulso. Eppure la Fiorentina ha alzato un polverone mediaticoprontamente raccolto e rilanciato dai soliti noti, che invece di fare corretta informazione continuano a cavalcare l’onda della polemica gratuita in maniera superficiale e poco documentata. E così, invece di analisi corrette, vengono fuori scandali ad hoc che non hanno ragione di esistere: veleno puro per chi ha magari dato uno sguardo rapido ai soli highlights e si fida di titoli e dei virgolettati del day-after (pessimo quello di Mario Cognigni, numero uno viola, che si permette di esclamare: “Stasera Mazzoleni è stato il miglior giocatore dell’Inter”). E l’Inter? Muta. Parla solo Spalletti. Male, perché poi – come insegna la storia del calcio italiano – le conseguenze dell’accerchiamento condizionano anche il risultato del campo. Eppure, tutto si può dire tranne che l’Inter sia stata favorita in queste prime sei giornate. E allora, giusto per fare chiarezza, ripercorriamo i casi più eclatanti da moviola che hanno riguardato i nerazzurri dalla trasferta di Reggio Emilia al 2-1 sulla Fiorentina.

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *