L’Inter continua ad avere in mano il suo destino. I nerazzurri volevano…

A Londra basterà 1 punto per agguantare la qualificazione agli ottavi —

Pubblicato alle ore 8:30 — È un punto d’oro quello che l’Interè riuscito a raccogliere contro il Barcellona. Dopo il gol di Malcom, i nerazzurri reagiscono da grande squadra e trovano il pareggio grazie al solito Mauro Icardi. Nell’analisi della Gazzetta dello Sport, il quotidiano elogia il capitano nerazzurro:

Basterà un punto a Londra contro il Tottenham per la qualificazione: nel calcolo delle probabilità molte portano comunque agli ottavi l’Inter che continua ad avere in mano il suo destino. Grazie a Icardi che ha avuto una sola palla buona e l’ha buttata dentro, 4 minuti dopo la beffa del quasi interista Malcom. I cannonieri di razza fanno così. La Champions sta diventando il suo giardino: 3 gol in 4 match. Al suo confronto, Luis Suarez, che non segna in una trasferta di Champions dal 2015, è sembrato un bambino viziato al luna-park: ha sparato a raffica, senza vincere una bambolina“.

Elogi anche per tutta la difesa dell’Inter: “Il piano di Spalletti di rubare il pallone al Barça e di palleggiarlo è fallito quasi subito. Voleva copiare il nemico moderno invece se si è salvato tirando fuori i vecchi libri di famiglia: Skriniar ha vinto duelli fisici decisivi, la difesa ha assunto toni epici, Handanovic il migliore, i contropiede di Perisic davano un respiro liberatorio. Il Barcellona, già agli ottavi, ha dominato. La verità è che il palleggio è come la felicità. Non puoi svegliarti e decidere: oggi sono felice. La felicità è una lunga conquista quotidiana. E non puoi svegliarti e dire: oggi palleggio e faccio possesso. L’Inter sta imparando, ma non è ancora pronta per farlo in faccia ai maestri del tiqui-taka“.

Gazzetta dello Sport

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *